Vodafone chiude semestre con ricavi in calo

Vodafone ha chiuso il primo semestre fiscale con ricavi in calo del 7,4 per cento a 21,78 miliardi di sterline, contro i 23,52 miliardi di sterline dello stesso periodo dello scorso anno, e contro stime per 21,82 miliardi di sterline.

Nel corso dello stesso semestre, la società di telecomunicazioni ha riportato una perdita di 1,98 miliardi di sterline a fronte dell’utile netto di 6,68 miliardi del 2011: un dato su cui pesano svalutazioni per un totale di 5,9 miliardi di euro in Italia e Spagna, dove l’attuale congiuntura economica negativa sembra pesare in via più che rilevante sulla tenuta dei conti del gruppo.

A dimostrazione di quanto precede si dia uno sguardo ai conti dei ricavi servizi, in flessione del 6,8 per cento a 3,685 miliardi di euro al netto dell’impatto della riduzione delle tariffe di terminazione mobile. Tale riduzione, unitamente al contesto macroeconomico che ha generato una evidente minore propensione alla spesa e alla forte pressione competitiva, vengono indicate tra gli analisti quali principali determinanti dell’evoluzione contabile societaria.

I dati positivi provengono invece dai ricavi da banda larga mobile e multimedia (+8,3 per cento), sostenuti in particolare dall’aumento dei ricavi da Internet mobile (+43 per cento). Bene anche il volume di smartphone e tablet sulla rete Vodafone, che hanno toccato e superato quota 7,9 milioni.

Per quanto concerne gli ulteriori elementi valutativi, i ricavi dati si sono attestati sulla soglia dei 567 milioni di euro, con una incidenza sui ricavi da servizi mobili del 18 per cento, in crescita di 3,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre i ricavi da rete fissa si sono attestati a quota 441,7 milioni di euro.

Infine, per quanto concerne il numero totale dei clienti di rete fissa, Vodafone afferma di aver raggiunto quota 2.622.000 unità, di cui 1.715.000 clienti ADSL. Ebitda a quota 1.678 milioni di euro, pari al 42,6 per cento dei ricavi

Lascia un commento